schiarirsi la voce oppure no?!

Ieri ero in giro con degli amici e un po’ colpevole il tempo invernale uno di loro sentendo la propria voce velata ha iniziato a schiarirsi la voce. Questo capita a molti. Appena sentiamo che la nostra voce non è sufficientemente limpida d’istinto vorremmo schiarirla. Questo succede spesso prima di dover parlare in pubblico o se dobbiamo cantare a un concerto e siamo un po’ agitati. L’agitazione ci fa produrre muco più del dovuto e immaginiamo che schiarirci la voce migliori la nostra prestazione, invece in molti casi è l’origine dei problemi vocali. Ricordiamoci che schiarirsi la voce significa raschiare la gola cercando di liberare la gola dal catarro o da altri impedimenti producendo un caratteristico rumore. Purtroppo lo schiarirsi la voce affligge la voce quanto mezz’ora di chiacchiere ininterrotte e corrisponde a tossire 8 volte di seguito e spesso diventa un’abitudine, un’azione non proprio necessaria.

Vediamo cosa succede nella laringe:

  • le corde vocali sbattono duramente una contro l’altra

  • in quei punti, dove sbattono, viene irritata la mucosa

  • il muco viene scagliato verso l’alto, dato che la sua funzione è di espellere quello che ci dà fastidio, ma rimane all’interno della laringe

  • poi torna sulle corde vocali

  • anche se il muco venisse espulso la mucosa reagisce all’irritazione/sfregamento/secchezza con un meccanismo di protezione –producendo più muco

  • la produzione del muco viene aumentata e diventa vischioso — si instaura un circolo vizioso, perché si desidera di nuovo schiarirsi la voce

  • con il tempo si possono creare delle microferite alla mucosa

  • in questo caso la mucosa aggiunge nuovo tessuto come una specie di “callo”per protezione, che limita la naturale oscillazione — la voce risulta rauca

  • in casi estremi si creano delle modificazioni del tessuto che vanno asportate chirurgicamente

Ecco qui alcune alternative quando sentiamo la necessità di schiarirci la voce

  • bere (l’idratazione è molto importante)

  • emettere suoni a bocca chiusa (la vibrazione scioglie il muco)

  • tamburellare sullo sterno mentre si fanno dei suoni

  • cambiare l’aria all’ambiente (troppo secca – troppo umida – troppo inquinata)

  • sbadigliare ed emettere dei suoni

  • utilizzare lax vox (un metodo sviluppato dalla logopedista finlandese Marketta Sihvo assieme all’otorino laringoiatra turco Ilter Denizoglu) anche solo per pochi minuti e se avete partecipato al workshop mille bolle e più sapete di cosa parlo

Capita anche a voi di sentire l’esigenza di schiarirvi la voce? Osservate come vi comportate. Se avete l’abitudine di schiarirvi la voce provate una di queste soluzioni e notate se la situazione migliora. Nel caso provatele un po’ tutte, così da scoprire quale soluzione è più nelle vostre corde. Sono curiosa di sapere quale fra queste sceglierete… oppure avete una vostra personale soluzione?

P.S.: Se ti interessa il mio lavoro di vocal coaching da poco ho introdotto una newsletteriscriviti. Se desideri rimanere aggiornato riguardo gli articoli del blog iscriviti invece qui. Le due iscrizioni sono indipendenti una dall’altra.

Annunci

4 pensieri su “schiarirsi la voce oppure no?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.