le zuppe invernali: zuppa di lenticchie con mele

Immagino pensiate sia impazzita dato che sto postando così tanto in pochissimi giorni. Il motivo è che durante il mese scorso avevo pubblicato diverse ricette che sarebbero dovute servire per un evento di transizione alla cucina vegana. Pensavo di averle pubblicate perché di loro non c’è più traccia. Presa dal panico ho dovuto e voluto trovare una soluzione in tempi brevissimi. Così eccomi qua per un’altra zuppa questa in versione gluten free.

Ma iniziamo dall’inizio.

lens culinaris

Tutti noi abbiamo in mente come siano fatte le lenticchie eppure sono sicura che molti ignorino come sia la pianta stessa.

lens culinaris (foto presa dal web)

Non vi sembra bellissima?

lens culinaris (foto presa dal web)

qui dentro ci sono le lenticchie

foto presa dal web

qui trovate diverse foto e qui invece trovate foto della lenticchia selvatica

È a lei e a chi l’ha coltivata, raccolta che dobbiamo la nostra gratitudine, se desideriamo mangiare questa zuppa. Vi dice nulla: prendete dell’ovatta, bagnatela e metteteci sopra una lenticchia? È probabile che ve l’abbiano chiesto quando eravate bambini per seguire la germinazione della lenticchia proprio perché abbastanza veloce, ma poi oltre al germoglio non siete mai andati. Con loro avevo fatto tempo addietro il pane degli esseni che ho poi condiviso con voi.

Qui però mi occupo di una zuppa, una zuppa invernale

Ingredienti:

150 g lenticchie
1 l di brodo vegetale
150 g sedano rapa
2 carote
1 cipolla
1 spicchio d’aglio (ma a chi non piace può ometterlo senza problemi)
2 mele acidule
olio
¼ l di vino bianco
spezie (sale, pepe, timo)
aceto balsamico
succo di un limone
1 mela acidula

Procedimento:

prendete 150 g di lenticchie e lasciatele a bagno per almeno 12 ore cambiando l’acqua di tanto in tanto. Poi sciacquatele ben bene e le mettete in pentola assieme a 1l di brodo vegetale (cuocete fino a cottura ultimata e qui dipende se lo fate con o senza pentola a pressione). Pulite la verdura e le mele e tagliate tutti in piccoli pezzettini. Mettete in padella con un filo d’olio e soffriggete sedano rapa, cipolla, carote, aglio e mele. Infine aggiungete anche del timo. Sfumate con il vino bianco o se preferite con un po’ di aceto balsamico. Unire il soffritto alle lenticchie cotte e lasciate sul fuoco altri 10 minuti. Ora andate di frullatore a immersione finché si sia tutto sminuzzato a dovere fino a rendere il tutto cremoso. Nella padella del soffritto che non avrete ancora lavato mettete l’altra mela lavata, sbucciata e tagliata a fette (ma anche più mele se vi piacciono) con un filo d’olio e il succo di un limone. Ora potete impiattare: prima la crema e poi sopra la mela a fette e qualche goccia di aceto balsamico.

P.S. se vi piace aggiungete una grattata di zenzero fresco.

Annunci

13 pensieri su “le zuppe invernali: zuppa di lenticchie con mele

  1. nuvolesparsetraledita

    Ciao, come stai?
    Sito tutto nuovo, bellissimo, contenuti interessanti…
    (Ero assente da un bel po’ e credo di essermi persa molte cose!)
    Mi sa che forse torno 😉 perlomeno come lettrice assidua
    … ‘notte

    1. La mela in effetti specialmente quella un po’ asprigna si sposa bene con molti piatti salati. Mi fa piacere tu abbia apprezzato anche il pane degli Esseni, mi hai ricordato che potrei rifarlo in questi giorni. Buona giornata cara Paola

  2. Pingback: trasformazione: composta fermentata di mele – londarmonica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.