M… come

4. Dicembre

Oggi nulla di eccezionale, ma i doni arrivano anche in giornate così. Come ho specificato forse in qualche commento per questo calendario dell’avvento mi lascio sorprendere a mia volta e non programmo nulla. Così verso sera faccio mente locale della giornata e tengo nota delle cose piacevoli che mi sono successe.

Oggi avevo bisogno di una giornata tranquilla. Ho ritrovato fra dei libri delle cartoline con sopra l’alfabeto e ho scelto quella con la mia iniziale:

M… come malva

image

Questa immagine l’ha disegnata Cicely Mary Barker, un’illustratrice britannica del secolo scorso (1895-1973).

Cicely Mary Barker
Cicely Mary Barker

Mi sono persa nelle sue illustrazioni e curiosa di sapere qualcosa di più della sua vita. Ma son tornata alla malva. Peccato che non sia il periodo adatto per raccoglierla, anche se l’altro giorno ho raccolto in un’aiuola milanese una foglia di malva. Non posso però sperare di trovare dei fiorellini.

image

Queste foglie ovviamente non le ho mangiate, ma solo utilizzate per il mio erbario. Vi lascio con la poesia dedicata a questa pianta

The Song of The Mallow Fairy

I am Mallow; here sit I
Watching all the passers-by.
Though my leaves are torn and tattered,
Dust-besprinkled, mud-bespattered,
See, my seeds are fairy cheeses,
Freshest, finest, fairy cheeses!
These are what and elf will munch
For his supper or his lunch.
Fairy housewives, going down
To their busy market-town,
Hear me wheedling: “Lady, please,
Pretty lady, buy a cheese!”
And I never find it matters
That I’m nicknamed Rags-and-Tatters,
For they buy my fairy cheeses,

Freshest, finest, fairy cheeses!

E per rimanere in tema mi sono fatta una bella tisana e l’ho sorseggiata guardando questo video

Una coccola tranquilla, trovare illustrazioni piacevoli, trovare che hanno a che fare con la mia passione per la botanica, per una giornata tranquilla.

Buon riposo ognuno con il proprio dono ricevuto!

 

Annunci

16 pensieri su “M… come

    1. Anch’io trovo queste cartoline stupende. Ovviamente la poesia parla di fate ed elfi. Come la malva guarda le persone passare e come i suoi semi servano per farci il formaggio da vendere al mercato. Non è detto nella poesia, ma Plinio il Vecchio attribuiva i semi di malva proprietà afrodisiache.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...