un primo piccolo dono

Buon 1. Dicembre

La giornata volge quasi al termine, ma vorrei condividere con voi il mio calendario d’avvento tutto personale: una gioia ogni giorno!
Alla ricerca di Vivian Maier

image
Era da parecchio che tenevo d’occhio questa mostra e oggi mi son concessa il tempo necessario per andarla a vedere. Mi piacciono le foto fatte bene, ancora di più se sono in bianco e nero che per me hanno un fascino inverosimile. Tanto sono affascinata da questo mondo e tanto sono pessima in quest’arte. Ma penso sempre che ognuno ha le sue qualità e anche se la fotografia non è proprio il mio forte, ammiro tantissimo chi sa usare la macchina fotografica.
Attenti al soggetto, alla luce, all’inquadratura, alle proporzioni, ai tempi di esposizione… un mondo!

Undated, New York, NY
Undated, New York, NY

Vivian Maier non faceva la fotografa di professione, anzi era una bambinaia, ma quando poteva sia che fossero i suoi momenti liberi o in compagnia dei bimbi da accudire amava scattare foto in mezzo alla gente. A quanto sembra la maggior parte non le ha mai neanche fatte stampare, forse perché sarebbe stato troppo caro. O forse le piaceva l’atto di fotografare, di immortalare attimi di vita vissuta, cogliere le emozioni delle persone, andare in quartieri differenti, insomma una specie di ricerca, una ricerca continua.

Armenian woman fighting, September, 1956, Lower East Side, NY
Armenian woman fighting, September, 1956, Lower East Side, NY

Ma chissà cosa ricercasse e se di volta in volta era soddisfatta del risultato ottenuto. Molti sono autoscatti, uno diverso dall’altro e se no ritratti, ritratti di persone che incontrava lungo il suo cammino.

image

Vivian Maier non ha mai pensato di condividere questa sua passione con qualcuno e guardando i 130 scatti selezionati per questa mostra si ha la sensazione di leggere un po’ i suoi diari.

October 31, 1954. New York, NY
October 31, 1954. New York, NY

Chissà se le avrebbe fatto piacere sapere che un giorno tantissime persone avrebbero ammirato le sue foto.
Domani se riesco andrò a vedere il documentario per apprendere cosa i due registi sono riusciti a scoprire sulla vita di questa donna misteriosa.

image

Una storia sicuramente affascinante!

Buona serata a tutti!

Annunci

13 pensieri su “un primo piccolo dono

  1. Che bel post, grazie per la condivisione!
    E’ un’ottima idea regalarsi un calendario dell’avvento scandito da piccoli doni come questo, che sono un balsamo per corpo, mente e spirito. Curiosissima di scoprire quali saranno le altre gioie che ti concederai.
    A presto!
    Valentina

    1. Guarda, curiosa lo sono anch’io, così cercherò di sorprendermi a mia volta. Il tutto senza programmare in anticipo e spero di riuscire poi a descrivere ‘la sorpresa’ qui sul blog. Buonanotte 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...