In un luglio anomalo qualcosa di rinfrescante

Il suo nome lo deve probabilmente (una delle tante leggende) alla ninfa Minthe, amata da Ade, dio degli inferi nonché marito di Proserpina, la quale per gelosia tramutò la splendida ninfa in una pianta, la mentha. Ebbene sì vorrei parlarvi un po’ di questa bellissima erba spontanea che cresce in luoghi umili e dappertutto in quanto infestante e viene considerata come l’emblema della sobrietà e della temperanza. Pensate che nell’antica Roma per augurare un lieto matrimonio nella corona che si metteva sulla testa dei novelli sposi si intrecciava la mentha rotundifolia. Ma veniamo all’utilizzo che ne ho fatto in questi giorni. In questa stagione la menta sovrasta e infesta gran parte del terrazzo, perciò grazie all’idea di Betti di fare infusioni a freddo del tè ho provato a fare un’infusione a freddo della menta.

Risultato? Bisogna avere pazienza, almeno 8-10 ore, però poi è proprio buono. E poi si narra che la Madonna in fuga verso l’Egitto, stremata dal calore (quest’anno non mi posso lamentare) vide a un certo punto una piantina di menta. Sentendone il profumo rinfrescante, sperò che la potesse anche dissetare. Immediatamente  dalla pianticella cominciarono a cadere gocce d’acqua profumata. Vedendo ciò, la Madonna benedisse la pianta chiamandola erba santa da cui il nome di “herba sanctae Mariae“. Dubito che le gocce fossero prima bollite… Strano che poi lo stesso nome venga utilizzato anche per denominare l’erba san Pietro. Ecco perché è sempre meglio utilizzare il suo nome botanico. Ma torno agli esperimenti…

qui le tre erbe utilizzate:

Mentha spicata - Clinopodium nepeta - Mentha rotundifolia
Mentha spicata – Clinopodium nepeta – Mentha rotundifolia

Il procedimento è assai facile, riempita una bottiglia o caraffa d’acqua e aggiungete delle foglie dell’erba scelta. Lasciate in infusione per molte ore. Io l’ho preparato alla sera ed è rimasto in infusione tutta la notte.

Infusione

Ottimo, se poi quando raccogliete la menta ringraziate la terra per il dono che vi ha fatto, se prendete acqua di fonte o del rubinetto e ringraziate tutti quelli che hanno contribuito a farvela avere, se riempite l’acqua con pensieri positivi e chiedete che vi rinfreschi… Sarete molto felici nel sorseggiare questa bevanda rinfrescante!

Annunci

9 pensieri su “In un luglio anomalo qualcosa di rinfrescante

  1. Io adoro la menta e nelle mie insalate non manca mai!! L’ho usata anche per marinare le melanzane grigliate, a me sono piaciute, ma altri sostengono che il sapore fosse molto forte.

  2. Sandy

    Proverò sicuramente questo metodo con la menta anche se qui da me non serve sicuramente rinfrescarsi ci pensa già il tempo piovoso e fresco..grazie e buon agosto

  3. La menta è ottima anche in un’insalata fredda di orzo, lenticchie e limone. Almeno, a me piace molto 🙂 Coltiverei le erbe anche io, se non fosse che mi dimentico di bagnarle 😦 Ma tralasciando questo, proverò a seguire i tuoi consigli anche io!

    1. Diciamo che quest’anno anche se ci dimenticavamo di bagnare ci pensava il cielo 😉. Ma hai proprio ragione la menta ci sta bene anche in insalata, del resto se è un’infestante nel terreno può benissimo starci bene un po’ dappertutto nelle cibarie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...