Il tempo inesorabilmente passa secondo dopo secondo…

Eccomi qua!! Potrei far finta di nulla, accampare scuse su scuse oppure semplicemente ammettere di essermi presa una pausa. Ebbene sì mi sono presa quasi senza neanche accorgermene una sosta assai lunga. Il tempo è volato, potevano essere secondi, ore, giorni, settimane o mesi: inesorabilmente ne sono passati diversi. Mi viene in mente Momo, la sua tartaruga Cassiopea e Mastro Hora (Michael Ende) con i quali ho passato qualche ora, che qui sulla terra equivalgono a svariati mesi.
Momo Dopo tutto questo silenzio non è facile scrivere un articolo, perché sono piena di aspettative e qualsiasi condivisione mi sembra troppo banale, insignificante. Ma così sposto sempre di più il mio ritorno e allora mi butto.
E vi scrivo di quanto l’orologio, il susseguirsi dei battiti tutti uguali uno dopo l’altro siano assai rassicuranti. A scuola mi davano il senso del tempo che passava, nella musica mi permettono di mantenere il tempo in modo particolare quando suono o canto con un gruppo.
In effetti sarebbe drammatico se ognuno arrivasse in tempi diversi alla fine del pezzo.
suonatori
Il passare del tempo mi evita di andare nel panico. Infatti non tiro mai giù le tapparelle quando vado a dormire non perché abbia paura del buio, ma perché perderei la cognizione del tempo. Se mi svegliassi di notte la luce esterna mi sa dire più o meno che ore siano. Certo, lo so basterebbe guardare un orologio, però preferisco vederlo dalla luce naturale. Ciò nonostante non porto l’orologio al polso e sono gli unici orologi che non mi fanno impazzire. Nella mia città ce ne sono tantissimi in giro e per fortuna segnano anche l’ora esatta.
centro
aspromonte
banca Ponti
Per me sono dei punti di riferimento. Mi ricordo che una volta per dare delle indicazioni stradarie dissi dopo quale orologio dovesse girare. In ogni caso ce ne sono ovunque: in stazione
stazione
stazione 2
sui campanili
san Babilasui palazzi
piazza duomo
via Rovellosulle torri
filarete
Ok, forse sono un po’ esagerata. In ogni caso se so dove si trova il Sud e se splende il sole in linea di massima so anche l’ora. Così rimango affascinata dalle meridiane e da qualsiasi orologio io veda in giro.
meridiana Rovello
Qui la meridiana che si trova in Duomo.
meridiana duomo
Questo invece l’orologio, una bella clessidra, che tengo quando faccio lezione in maniera che non perda la cognizione del tempo.
clessidra
E infine l’orologio che mi trasmette una pace immensa.
pendola
Era dei miei nonni paterni e si trovava una volta nella loro casa a Firenze. Ogni quarto d’ora oltre a far sentire i battiti e ogni ora viene suonata la musica del Big Ben e… per una serie di associazioni sento il mio cuore che si calma e pensieri affievoliscono e mi pervade una grande serenità. Oggi mi basta andare dai miei genitori e se capito nei momenti magici vengo trasportata per un attimo a Firenze in casa dei miei nonni, dove lo stress rimaneva all’esterno e io mi sento appagata…
Annunci

20 pensieri su “Il tempo inesorabilmente passa secondo dopo secondo…

  1. Bentornata! Sentivo la tua mancanza. Anche io mi sono presa una piccola pausa di riflessione, ma sono molto contenta di essere tornata a prendermi cura del mio spazio. Anche io non abbasso mai le tapparelle, almeno non completamente, per poter vedere la luce filtrare, ma non avevo mai notato tutti questi orologi a Milano! 🙂
    Un abbraccio, buon sabato!

    1. Grazie, anch’io son contenta. Così di nuovo assieme a condividere. Pensa che di orologi ce ne sono tantissimi e quando vado in un’altra città mi accorgo che oltre alle pasticceria (quelle non possono mancare) li cerco ovunque. Non mi ricordo dove ho messo la fotografia che avrei voluto aggiungere, ma su un balcone, sempre a Milano, fa sfoggio un bellissimo orologio rivolto verso l’esterno… Uno spettacolo! Un abbraccio anche a te e a presto

  2. Oh! Finalmente sei tornata! Bello questo sguardo sul tempo e gli orologi. Anche perdere il senso del tempo è un’esperienza da fare… sto pensando a quando si pratica yoga dove si perde completamente la relazione con il tempo…

    1. Grazie! Mi succede spesso di perdere il senso del tempo, in modo particolare quando sto facendo qualcosa che mi piace molto. Il tempo si dilata o restringe a seconda della situazione. Buon sabato

  3. Patrizia Catanese

    Grazie della condivisione.. a passa lo stress quanto ti leggo, fai un po’ te 🙂 Forse per il bel e ricco tempo passato insieme!
    Ti abbraccio forte.

  4. Quarda che combinazione, proprio sabato pomeriggio sono stata a Milano in via Tadino al numero 3 e proprio lì ho visto un orologio posizionato sopra un balcone, non so se è lo stesso di cui parli, forse ce ne sono diversi. Bentornata 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...