tra pensieri che vanno e vengono

Per fare un po’ di vacanza, ho sfruttato il fatto che dopo un’operazione avessi bisogno di qualche giorno di convalescenza. Sentivo la necessità di staccare da tutto e tutti per ricaricarmi. Così anche se con un po’ di difficoltà, mi sono rifugiata da mio fratello presso l’agriturismo Il Pellegrino per farmi coccolare un po’. Dovendo prendere il treno e muovendomi con le stampelle non ho avuto neanche la possibilità di portare con me niente. Così rimango veramente a riposo. Inoltre lì non prende il cellulare e così posso dedicare tutto il tempo a me stessa. Essendoci bel tempo ed essendo un po’ stufa di stare in casa mentre sono in un posto immerso nella natura, decido di andare un po’ all’aperto.

La signora della casetta dice che fuori fa bel tempo e in ogni caso dalle finestre entrano raggi di sole che illuminano tutta la stanza. Son pronta per fare una breve passeggiata. Vado lentamente e mi gusto l’energia di questo posto. Mi guardo attorno, osservo ogni piccolo filo d’erba e noto come ormai la natura indichi alla sua maniera che ormai siamo in autunno. Fa freschino, il termometro segna 6 gradi e soffia un bel venticello. Ma quanto mi piacciono queste temperature. Mi piace potermi coprire, per me è come farmi una coccola.

Seguo una lucertola, che cerca di assaporare l’ultimo sole. Fra l’erba spunta ancora un fiore giallo, giallo. E lì vicino trovo una noce. Guardo più attentamente e ne vedo delle altre.

I pensieri vanno e vengono.

Le raccolgo tutta contenta, fantasticando già di poter fare una crema di noci. Ma sono troppo poche e anche piccoline.

il mio bottino

Alzo lo sguardo e vedo un bellissimo albero: un esemplare di juglans regia, in parole povere un noce, ma utilizzando il suo nome botanico do importanza a questo splendido albero. Attorno poche piante, non permette che altre le stiano vicino. Si isola un po’ come me in questo periodo. Cerco di percepire la sua energia, è forte, ma allo stesso tempo mi sembra flessibile. Morbida, ma allo stesso tempo ben definita. Quanti spiriti di natura supportano questo albero.

I pensieri vanno e vengono.

Juglans, da Jovis glans ovvero ghiande di Giove, inoltre regia significa regale. Insomma una pianta nobile dedicata a Giove. Ma se approfondisco trovo che il noce è associato alla dea Artemide (Diana), figlia di Giove e come questa pianta è un po’ solitaria e autosufficiente. Sta bene da sola, proprio la caratteristica del noce. A lei si associa la luna crescente, e allora guardo in alto nel cielo e cerco anche se giorno di scorgere la luna.

 

Sulla cima della montagna sopra un gruppo di faggi, eccola che mostra parte del suo viso. La gobba sta dalla parte giusta: è proprio crescente!

I pensieri vanno e vengono.

Mi viene in mente che il noce (walnut, d’accordo qui vengono utilizzati i fiori) fa parte dei rimedi floreali del Dr. Bach e con la mente vado alla ricerca della definizione di questo rimedio: “Per coloro che hanno ideali e ambizioni ben definite nella vita e le stanno realizzando, ma che in rare occasioni sono tentati di deviare dalle proprie idee e obiettivi e dal proprio lavoro spinti dall’altrui entusiasmo, convinzioni o opinioni. Il rimedio dà costanza e protegge dalle influenze esterne.”

Importante per i cambiamenti, per una rinascita. Sento ancora Agnese, la mia insegnante che dice: si passa dalla ipersensibilità alla fermezza interiore se preso con consapevolezza. Se guardo il frutto capisco che nel cambiamento si viene protetti, esattamente come il seme nella sua drupa. Il noce è un albero possente, forte che potrebbe sembrare imperturbabile alle influenze esterne, ma i frutti o meglio i semi sono vulnerabili infatti sono chiusi dentro a un involucro duro che fa da barriera. Dentro il seme è prezioso, nutriente (attenti a non mangiarne troppi) e non per niente è simbolo di prosperità.

Ma incomincia a far fresco e rientro in casa.

Do uno sguardo alla sala da pranzo e vedo tutto apparecchiato. La sala può accogliere persone che verranno nutrite. Tutto fila, tutto quadra.

I pensieri vanno e vengono e…

Sì, mi è chiaro: Mi aspetta un cambiamento, una rinascita!!

Farò del mio meglio per essere flessibile.

Annunci

12 pensieri su “tra pensieri che vanno e vengono

  1. Anche io sono in attesa di una rinascita! D’ora in poi contemplerò con attenzione il noce, possente e solitario, vicino alla mia casa di campagna.

    In bocca al lupo per il tuo divenire!

    Ciao
    Silvia

  2. Sabrina

    Ciao Monica, molto bello il tuo nuovo articolo. Mi è stato di grande aiuto in questo ultimo periodo, grazie!! Buona ripresa e buona rinascita anche a te!

    Sabrina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...