crepuscolo: la luminosità del cielo

Kreuz im Gebirge, um 1808 Dresden
Kreuz im Gebirge, um 1808 Dresden

Oggi è il solstizio d’estate e molti si saranno sbizzarriti a scrivere sulla festa di mezza estate e perciò mi sembrava carino parlare di un singolo aspetto. Il crepuscolo! Negli equinozi la durata del crepuscolo è minima, mentre nei solstizi è massima. Come non pensare a chi di luce e ombra ha fatto uno studio approfondito? Caspar David Friedrich è un pittore a me molto caro, infatti nella camera da letto dei miei nonni era affisso una copia della “croce sulla montagna” di Caspar David Friedrich (l’originale si trova a Dresda). Quando ero bimba non sapevo assolutamente chi fosse questo pittore, ma il quadro compresa la cornice mi è sempre piaciuto molto. Friedrich ha la tendenza a dipingere i crepuscoli nelle diverse situazioni. Dove luce e ombra hanno un effetto particolare. Mi ricordo che quando feci il corso sui fiori di Bach, Agnese la mia insegnante, affiancò a questo pittore il fiore Oak. Qui la definizione di quel fiore: “Per coloro che lottano e si battono con forza per guarire o per svolgere il loro lavoro. Tenteranno una cosa dopo l’altra benché il loro caso possa sembrare privo di speranza. Continueranno a combattere. Sono insoddisfatti di se stessi se una malattia interferisce con i loro doveri o con la possibilità di aiutare gli altri. Sono persone coraggiose che sanno far fronte a grosse difficoltà senza perdere la speranza né diminuire lo sforzo.” Compresi così maggiormente l’animo di questo grande artista. Certo cercare di far affiorare il meglio delle caratteristiche di Oak sarebbe il top. Basterebbe imparare a riconoscere ed accettare gli aspetti positivi dell’accettazione dei propri limiti, imparare a fermarsi per riposare e per svagarsi, potendosi così ricaricare.

Per questo motivo, non sapendo né leggere né scrivere passerò un fine settimana in mezzo ai boschi per toccare con mano l’energia dei diversi alberi. Ogni albero ha proprietà curative differenti e io non vedo l’ora di avvicinarmi all’energia degli alberi e dei relativi Esseri di Natura. Inoltre ci avviciniamo alla luna piena, meglio di così. Questa Luna piena nel segno del Cancro (alle ore 13.33 di domenica) ci donerà l’energia necessaria per la realizzazione dei nostri bisogni. Abbiamo bisogno di un piano per poterli raggiungere e concretizzare. Perciò avanti con i vostri piani e pensate a come poterli realizzare con l’aiuto della vostra creatività, dinamismo e facilità a manifestare il risultato!

Buona luna piena a tutti e buona ricarica!!

Come già accennato negli articoli precedenti dedico questo premio a chi ama la dolcezza intesa anche come bellezza. Questo articolo lo dedico a Laudie di Stile Nordico che mi fa conoscere festività e curiosità del suo paese d’origine e… pensando al bosco della sua infanzia le conferisco il premio super-sweet.

Annunci

14 pensieri su “crepuscolo: la luminosità del cielo

    1. Mi fa piacere trasmetterti questa sensazione. L’energia viene erogata continuamente, sta a noi utilizzarla al meglio. Basta avere un obiettivo, viverlo come un bisogno per avere la volontà necessaria per volerlo realizzare. A questo punto serve un piano ben dettagliato di come raggiungere il traguardo. Poi serve disciplina e azione! Facile no?! 😉 Auguro a te e al tuo gruppo una magnifica visita alla Grotta Doria.

    1. Se sono piante sane, chiedi gentilmente all’albero di purificare il tuo sistema energetico e poi di ricaricarlo (scegli sempre alberi grandi per questa cosa). Rimani in contatto con l’albero per una decina o più di minuti e poi ringrazia. La gentilezza e la buona educazione vengono sempre apprezzate. 😉

  1. Ciao,
    grazie per il premio, mi fa felice e spero di meritarlo.
    Gli alberi e la natura sono sempre stati con me fin dall’infanzia e di sicuro ne ho respirato l’energia.
    Hai mai provato a camminare a piedi nudi sul muschio morbido di un bosco? Energia allo stato puro!
    Di una cosa sono più che certa, la natura vincerà sempre indipendentemente dagli sforzi fatti dal genere umano per distruggerla.
    Grazie ancora e a presto!

  2. Conosco molto bene Friedrich. E uno dei miei pittori romantici preferiti Il suo rapporto con una natura matrigna che lo sovrasta e’ inquietante e coinvolgente, e comunica l’ appartenenza reciproca di ogni essere manifestato. Che dire di ” the wonderer” ?
    Noi siamo il Tutto.
    Love
    L

    1. Figure sempre dipinte di spalle come fossero figure ritagliate. Lo sfondo sempre lontano e irraggiungibile, preso troppo dalla sua stessa disperazione, ma lasciandoci opere magnifiche, che per contrasto mi lascia il desiderio di vivere con più leggerezza e gioia. 🙂

    1. Wow! Che responsabilità… ma ne sono felice. Diamo energia ai pensieri positivi, su quelli si può costruire e se stiamo meglio noi sarà più facile “contaminare” anche gli altri. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...