Da uno a cento quanto mi soddisfa questa bilancia nel tempo?

L’altro giorno dovevo misurare una certa quantità di sale e mi sono accorta che non avevo ancora sostituito la bilancia che si ruppe in mille pezzi cadendo da una mensola. Non trovando giusto continuare a fare avanti e indietro con la casa dei miei genitori per pesare ogni minima cosa oppure di fare tutto a occhio ho deciso che  era arrivato il momento di acquistarne una nuova. Felice di aver preso questa decisione esco e mi dirigo verso un negozio che vende questo tipo di articoli. Strada facendo mi viene in mente che anche se ho aspettato parecchio prima di decidermi a comprarne una nuova contrariamente al mio solito non mi sono documentata affatto su tutte le varie possibilità per capire bene cosa fosse meglio per me. Pazienza mi son detta, avrei deciso lì sul momento, del resto cosa ci vuole a comprare una bilancia. Nel negozio mi sono piazzata davanti a tutte le bilance da cucina in esposizione. Ce n’erano per tutti i gusti e a prezzi assai differenti fra loro. Ecco e adesso? Quale scegliere? C’è una marca in particolare che debbo tenere presente e nel caso quale e che caratteristiche deve avere? Allora chiudo gli occhi un attimo e faccio affiorare il mio ideale di bilancia … a me piacciono quelle con i due piatti e con i pesi e dato che desidero misurare anche piccole dosi mi vengono in mente quelle belle degli orefici. Sì proprio quelle. Riapro gli occhi e il mio raziocinio si impone: per cosa l’ho bisogno? Serve qualcosa di pratico, preciso (ma senza essere maniacali), che duri nel tempo e non costi un capitale!! D’accordo l’immagine di prima sfuma subito. Mentalmente mi faccio una lista delle caratteristiche in modo da raccogliere più informazioni possibili per comprendere bene cosa mi serve realmente. Dopo un’accurata analisi posso ancora scegliere fra tre bilance. Ed ecco l’indagine energetica che mi viene in aiuto. Così misuro quanto ognuna di loro mi soddisferà nel tempo. Dato che ho sempre bisogno di prove, faccio l’indagine energetica anche a tutte le altre, giusto per capire se la mia analisi era corretta o se avevo sorvolato su qualche particolare. Soddisfatta vado alla cassa con la bilancia prescelta e torno a casa. Che bello avere la possibilità di raccogliere informazioni anche a livello energetico, un grande aiuto. Inoltre è una tecnica molto semplice da imparare basta seguire un protocollo che viene insegnato nel  PHYL percorso base. Pensate che è talmente semplice che lo imparano facilmente anche i bambini e se riescono loro ci possono riuscire tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...