il suono riecheggia vibrante nel nostro tempio

bacino

Durante il primo seminario del ciclo “Il suono e lo spazio” abbiamo stimolato la consapevolezza del bacino. L’abbiamo studiato in modo esperienziale come contenitore da molteplici punti di vista: dalla struttura ossea a come viene manovrato da differenti muscoli. Conoscendolo meglio ci ha permesso di muoverci in maniera più fluida specialmente dopo esserne divenuti consapevoli. Abbiamo scoperto come il suono può far risuonare sia il contenitore sia il suo contenuto. Abbiamo affrontato il bacino nei molti aspetti elencati nell’articolo del 16 gennaio.

Poi giusto alla fine abbiamo fatto conoscenza con la figura mitologica greca di Baubo. Lo so siete curiosi … lo eravamo tutti. Della divinità Baubo si conosce poco e forse per questo motivo risulta una figura misteriosa. Qui potete trovare diverse informazioni assai interessanti su questa divinità.
statuetta di Baubo trovata a Priene
statuetta di Baubo trovata a Priene
Nonostante la poca letteratura simbolicamente è un grande stimolo per la voce. Infatti abbiamo utilizzato la sua immagine per risvegliare in noi un suono più ricco. Tutti i presenti donne e uomini, hanno riscontrato un beneficio nell’emissione del proprio suono. Chi ascoltava poteva percepire nel suono distintamente anche l’influenza del bacino e come integrandolo al resto del corpo vibrava di una luce particolare. Senza far fatica il suono era più ricco e i movimenti più armonici. Scommetto che la violinista che ha seguito il seminario avrà migliorato anche il suono del suo strumento.
Vi lascio con la curiosità per il prossimo seminario che si terrà il 9 febbraio. Affronteremo un altro spazio utilizzando anche questa volta stimoli particolari. Affrettatevi a prenotare la vostra partecipazione (qui tutte le indicazioni necessarie).
Annunci

4 pensieri su “il suono riecheggia vibrante nel nostro tempio

  1. Angela

    Ciao ! Ho frequentato i seminari su “Voce espressiva: Dialogo tra movimento e suono”
    Negli incontri del 19 gennaio e 9 febbraio 2013, ho sviluppato la consapevolezza dell’importanza del bacino.
    Incredibile ma vero ! Utilizzando al meglio questa parte del nostro corpo possiamo muoverci con maggior fluidità. Anche la voce (ns. strumento di comunicazione) trova nel bacino una sorta di cassa armonica che le permette di amplificarsi
    Trovo questi incontri molto interessanti perchè mi stimolano ad una maggiore elasticità mentale e a trovare nella semplicità nuove vie e soluzioni.
    Suono uno strumento musicale (violino) e sto riscontrando in questo periodo una migliore qualità nell’emissione del suono.
    Consiglio vivamente a tutti di partecipare al prossimo seminario del 2 marzo 2013 ….è un’opportunità per imparare a conoscersi meglio.
    Spesso sottovalutiamo le cose banali, perchè appunto essendo banali non si tengono in considerazione….ma sono le azioni minime che cambiano in meglio la qualità della nostra vita.
    Grazie dell’attenzione !
    Angela

  2. Pingback: papaveri e … dolci | londarmonica

  3. Pingback: le passioni botaniche e sonore tornano alla riscossa | londarmonica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...