Finalmente anch’io posso dire: ma quanto è buona …

20120822-123951.jpg

… la panna cotta

Quando sono stata da mia cognata, presso il suo agriturismo, la panna cotta era un dessert molto apprezzato dagli ospiti e io per via degli ingredienti utilizzati non ho mai potuto assaggiarlo. Così ho voluto provare una versione farlocca, che desse delle soddisfazioni al palato. Non sono un’amante del latte di soia e perciò ho utilizzato per questa versione del latte di mandorla. Mi vergogno quasi a mettere la ricetta, dato che è di una semplicità inaudita, ma a me è piaciuta e finalmente posso dire anch’io: che buona la panna cotta!
Ingredienti
500 ml latte di mandorla
1 cucchiaino di agar agar in polvere
marmellata di fragoline di bosco o qualsiasi altra marmellata di frutta
Procedimento
Sciogliere l’agar nel latte e lasciatelo sobbollire per diversi minuti in maniera che l’agar si possa attivare. Chi volesse aggiungere un qualsiasi dolcificante lo può fare ora in maniera che si sciolga. Avendo utilizzato il latte di mandorla che già è dolce di suo e avendo comunque intenzione di aggiungere la marmellata di fragoline sopra alla panna, ho pensato di evitare l’aggiunta di altro dolce, ma nulla in contrario se a voi piace più zuccheroso. Dopo aver spento il fuoco versate il liquido nelle ciotoline, oppure come fa mia cognata in bicchierini di vetro e lasciate raffreddare per poi mettere in frigorifero. Dopo qualche ora il liquido si sarà solidificato. Riscaldate della marmellata di fragoline e versate una quantità sufficiente sulla panna cotta, poi rimettete in frigorifero prima di servirla. Facilissima vero?!
Quando mi sarò procurata dei bicchierini termo resistenti, vorrei provare a farla a più strati con tonalità di colori differenti. Ovviamente nel caso di buona riuscita, posterò le foto.
Annunci

2 pensieri su “Finalmente anch’io posso dire: ma quanto è buona …

    1. La scelta dell’agar rispetto all’amido è dovuta alle sue caratteristiche. Mi piace la viscosità dell’agar, il fatto che non abbia gusto perciò non altera il sapore degli altri ingredienti e il fatto che sia termo reversibile perciò se non ottengo la densità che desidero posso rifarlo senza problemi. L’agar gelifica mentre l’amido addensa. Per questo utilizzerei l’amido di mais per un budino, ma non per la panna cotta. Poi ognuno la prepara come meglio crede. Quando ci vediamo ti faccio le due versioni così puoi sentire la differenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...